Benvenuto/a! Usiamo i cookies solo per garantire una migliore esperienza di navigazione. Continuando a navigare accetti l'utilizzo dei cookies. Clicca il bottone per chiudere l'avviso e buona navigazione!

Logo

Home

Associazione CARDIOLOGICA MARCHE Onlus ➤ In PRIMO PIANO



Nel cuore dell'estate, riprendiamoci (o manteniamo) un sano stile di vita...

L'estate può essere un’ottima alleata per ridurre il colesterolo con semplici gesti uniti a regole di alimentazione e stile di vita. È infatti nota la sua forte incidenza tra i principali fattori di rischio per i nefasti eventi cardiovascolari ed altre importanti patologie. La bella stagione può rappresentare quindi l’occasione giusta per un aumento di movimento e per un’alimentazione più curata ed equilibrata, magari da portare a casa a fine stagione. ➤ Vai alla pagina



5xmille cardiologicamarcheonlus

➤ Il 5xmille all'Associazione Italiana per il Progresso della Cardiologia e della Cardiochirurgia Onlus

L'Associazione Cardiologica Marche Onlus anche quest'anno ricorda di sostenere la ricerca, la prevenzione e la cura delle patologie cardiovascolari con il 5 per mille: «un gesto che non costa niente – sottolinea l'Associazione – ma che può aiutare te stesso e gli altri! Due persone su 3 hanno patologie congenite o acquisite, purtroppo senza che lo sappiano e per questo serve un'azione più decisa da ogni punto di vista, sia dell'informazione, della prevenzione e della ricerca» ➤ Vai alla pagina



Notizie dal Cuore Aprile 2017 news

 ➤ E' online il nuovo numero di “Notizie dal Cuore”

E' in diffusione in questi giorni in versione cartacea il nuovo numero di Aprile del periodico NOTIZIE DAL CUORE, disponibile anche qui online sfogliabile in pdf. All'interno, fra l'altro, la documentazione circa la nuova donazione effettuata dall'Associazione Cardiologica Marche Onlus alla Croce Rossa di Loreto: si tratta dell'importante dispositivo monitor/defibrillatore LIFEPAK 15, ora in dotazione anche all'interno dell'ambulanza della CRI a supporto di dinamici e tempestivi interventi in vari ambiti dell'emergenza. Nello scorso anno, il prezioso apparecchio tecnologico (in grado di ottimizzare il tempestivo trattamento del paziente) era stato destinato anche all'ambulanza della CRI di Osimo. All'interno del notiziario, anche un interessante intervento informativo del dr. Guido Sampaolo sul corretto monitoraggio e trattamento dell'ipertensione arteriosa.

 



La rabbia che fa male al cuore: perdere la calma non conviene

Cardiologica Marche Onlus Rabbia CuoreArrabbiarsi fa male al cuore. Nelle ore immediatamente successive a uno scatto di ira il rischio di infarto sale in maniera esponenziale. Lo dice uno studio pubblicato su Circulation da un team del Royal North Shore Hospital di Sidney, secondo cui arrabbiarsi fa salire di oltre 8 volte le probabilità di una crisi cardiaca rispetto alla norma. Meglio evitare anche le crisi di ansia, che aumentano di 9 volte il rischio di infarto. ➤ Vai alla pagina



➤ Chi è Marco Di Eusanio, neo Direttore del Cardiologico Lancisi di Ancona

Marco Di Eusanio Cardiologica Marche OnlusIl suo obiettivo è chiaro: rafforzare il ruolo della Cardiochirurgia del Lancisi in regione e in Italia e di esprimere una cardiochirurgia che sia moderna e innovativa. Ecco quindi l’importanza di potenziare le risposte della Cardiochirurgia all’interno della rete cardiologica marchigiana aumentando sia la capacità di ricezione dei pazienti sia la velocità di risposta con riduzione dell’attesa per l’intervento, che oggi, per i casi non urgenti è pari a 30 giorni. La chirurgia mini-invasiva è l’esempio più evidente dell’approccio moderno che si vuol dare. Il suo percorso di formazione e lavorativo lo ha visto in numerosi centri di grandissima fama... ➤ Vai alla pagina



➤ Il terremoto scuote anche il cuore: «Stress da trauma aumenta i rischi»

sisma amatrice associazione cardiologica marche onlusL'invito dei cardiologi è quello di non trascurare gli aspetti psicologici nelle persone colpite dal sisma. «Si chiama “sindrome di tako-tsubo” (cardiomiopatia da stress) – spiega Francesco Romeo, presidente della Società italiana di cardiologia (Sic) – e provoca una sorta di necrosi nella parte apicale del cuore, modificando la forma del ventricolo in una specie di cestello (tsubo) usato dai pescatori giapponesi per la pesca del polpo (tako). Ma i rischi aumentano anche nei mesi successivi all'evento drammatico, come è stato studiato anche nel caso dell'attentato delle Torri gemelle. L'eleborazione del lutto, lo stress che permane se non vengono risolte le condizioni sociali causate dall'evento – avverte lo specialista – sono condizioni negative per la salute cardiaca». ➤ Vai alla pagina